Coppetta mestruale: cos’è, come si usa

 

 

I prodotti per l'igiene femminile si sono evoluti molto nel corso degli anni per rendere più facile la vita delle donne. L'aspetto di qualche anno fa della coppetta mestruale è stata una rivoluzione perché, sebbene ci si debba abituare al suo utilizzo, è un grande beneficio per la salute delle donne e per l'ambiente.

Forse con il dolore, il sanguinamento e il disagio delle mestruazioni, l'ultima cosa a cui una donna pensa durante le mestruazioni è l'ambiente. Tuttavia, la regola provoca gravi danni alla natura. Secondo uno studio del Women’s Environmental Network (WEN), solo nel Regno Unito gli assorbenti e gli assorbenti interni generano circa 200.000 tonnellate di rifiuti all'anno.

La coppetta mestruale è l'alternativa sostenibile a tutti questi prodotti. Sono realizzati con silicone di grado medicale, in modo che i germi non si accumulino; non alterano il pH vaginale e sono molto più rispettosi del nostro corpo; e non generano rifiuti, perché possono essere utilizzati per anni. Ma, nonostante tutti questi inconvenienti, tamponi e assorbenti continuano a essere i dispositivi igienici più utilizzati per le mestruazioni.

Tutte le donne che sono ancora scettiche sull'uso della coppetta mestruale le invitiamo a provarla ed è per questo che abbiamo selezionato cinque diversi modelli che si adattano ad ogni donna. Inoltre, tutti questi occhiali, venduti su Amazon, hanno recensioni meravigliose da parte dei loro utenti.

Come funziona la coppetta mestruale?

La coppetta mestruale è fatta di materiale morbido e flessibile – come il lattice o il silicone – e funziona come un raccoglitore del sangue mestruale. A differenza dei tamponi e degli assorbenti che si impregnano del sangue e anche degli altri umori, e poi vanno gettati nella spazzatura indifferenziata, nella coppetta mestruale il sangue confluisce, fino al suo riempimento. Per tale ragione ogni tanto dovrai svuotare la coppetta mestruale e riposizionarla. Quando sta appena iniziando il tuo flusso mensile, dovrai piegare la coppetta mestruale fino a renderla sottile come un tampone, e inserirla in vagina in modo che si apra e, grazie all'effetto ventosa, rimanga stabilmente posizionata e possa cominciare a raccogliere il sangue nel momento in cui si forma. Se usata nel modo giusto la coppetta mestruale non crea nessun fastidio e ti puoi dimenticare di averla inserita per almeno 5-6 ore anche nei giorni di maggior flusso. Puoi usarla anche durante la notte. 

SCEGLIERE LA TAGLIA 

Le coppette mestruali hanno una taglia, ma ogni marca sceglie il proprio modo di specificarla. La stragrande maggioranza li valuta con S, M e L, altri marchi scelgono le lettere (A, più piccolo e B, più grande) e alcuni marchi lo specificano in millilitri di capacità. Per ottenere la taglia giusta devi porsi diverse domande: come sono le tue perdite vaginali? È molto pesante, medio o molto leggero? Hai avuto figli? Il tuo parto è stato naturale o con taglio cesareo? La tua cervice o la tua cervice è alta o bassa?



Sicuramente sarà difficile per te rispondere all'ultima domanda, ma puoi farti guidare dalle altre. Ad esempio, se hai avuto un parto vaginale dovresti scegliere la taglia L, se sei una ragazzina e hai un ciclo mestruale medio o basso dovresti scegliere la S, oppure se hai più di 30 anni e non hai figli o hai avuto un taglio cesareo dovresti scegliere la taglia Taglia M.

Cura della copetta mestruale :

Innanzitutto dobbiamo ricordare che prima di toccare il bicchiere dobbiamo sempre lavarci le mani. Detto questo, ti spiegheremo di che cura ha bisogno il vetro. In effetti, è molto più semplice di quanto pensano molte donne. Durante le mestruazioni, tra lo svuotamento e lo svuotamento ogni 12 ore, dobbiamo pulirlo solo con acqua, assicurandoci che tutte le macchie siano sparite e rimanga pulito. Trascorso il periodo dobbiamo farlo bollire per 3 minuti in una casseruola o in una specifica pentola sterilizzante. Lo teniamo nella sua scatola o borsa fino al prossimo periodo senza fare nient'altro.

 

Cosa si puo fare con la copetta mestruale :

Tutto, sport di tutti i tipi, passeggiate, salti e tutto quello che vuoi. Devi ricordare che non puoi fare sesso con esso. Inoltre, sono tutti compatibili con l'uso di uno IUD e altri metodi contraccettivi.


Domande e risposte
Come funziona la coppetta mestruale?
La coppetta mestruale è fatta di materiale morbido e flessibile – come il lattice o il silicone – e funziona come un raccoglitore del sangue mestruale. A differenza dei tamponi e degli assorbenti che si impregnano del sangue e anche degli altri umori, e poi vanno gettati nella spazzatura indifferenziata, nella coppetta mestruale il sangue confluisce, fino al suo riempimento. Per tale ragione ogni tanto dovrai svuotare la coppetta mestruale e riposizionarla. Quando sta appena iniziando il tuo flusso mensile, dovrai piegare la coppetta mestruale fino a renderla sottile come un tampone, e inserirla in vagina in modo che si apra e, grazie all’effetto ventosa, rimanga stabilmente posizionata e possa cominciare a raccogliere il sangue nel momento in cui si forma. Se usata nel modo giusto la coppetta mestruale non crea nessun fastidio e ti puoi dimenticare di averla inserita per almeno 5-6 ore anche nei giorni di maggior flusso. Puoi usarla anche durante la notte.

La coppetta mestruale è pericolosa?
La risposta è no, la coppetta mestruale non è pericolosa e, al contrario, rappresenta un ottimo strumento igienico, sicuro e confortevole, per gestire il flusso mestruale ed evitare perdite. Un importante studio condotto da The Lancet – prestigiosa rivista scientifica – ha infatti decretato la coppetta mestruale come presidio sanitario sicuro anche sotto il profilo sanitario. La ricerca si è basata su un target molto vasto di utenti (donne fertili di diverse età) di ogni continente, e ha rilevato che non vi sono rischi di alterazione della microflora vaginale e che pertanto all’uso della coppetta mestruale non si associa un maggiore probabilità di sviluppare vaginosi e vaginiti batteriche e infezioni fungine. Inoltre, non sembra che ci siano più rischi di contrarre la pericolosa e potenzialmente letale sindrome da shock tossico (TSS, infezione causata dal batterio stafilococco aureo), usando la coppetta mestruale rispetto a quanto non accada adoperando i tamponi interni. Semmai, il rischio è molto inferiore.

Quali sono i contro all’uso della coppetta mestruale?
Gli unici problemi o svantaggi associati alla coppetta mestruale sono conseguenti ad un uso improprio, ad esempio, possono verificarsi conseguenze negative quando:

Inserisci e rimuovi la coppetta mestruale senza esserti lavata le mani con acqua e sapone o con una soluzione disinfettante.
Lasci inserita la coppetta mestruale troppo a lungo.
Non risciacqui perfettamente la coppetta prima di reinserirla per evitare che si creino focolai batterici.
Non rimuovi la tua coppetta mestruale dopo (al massimo) 12 ore o non la svuoti e risciacqui almeno due volte al giorno.
Sei allergica al materiale di cui è fatta la coppetta mestruale (Se sei allergica al lattice o al silicone, puoi scegliere un modello in TPE o in caucciù)
Si può fare la cacca quando si usa la coppetta mestruale?
La risposta è sì, certo che si può, con degli accorgimenti. Lo sforzo dell’evacuazione, infatti, potrebbe “spingere” un po’ più in basso la coppetta mestruale o rendere l’operazione di espletamento di questa funzione fisiologica un pochino più problematica. La cosa migliore, dopo aver concluso la defecazione, è quella di lavarsi e controllare con le mani pulite se la coppetta è ancora inserita perfettamente in sede. Se non lo fosso, è meglio riposizionarla o, al limite, anche non fosse molto piena, rimuoverla, svuotarla, sciacquarla e reinserirla. Per l’atto della minzione, invece, non ci sono problemi perché fare pipì non comporta sforzi particolari.

Quali sono gli svantaggi all’uso della coppetta mestruale?
Gli svantaggi associati all’uso della coppetta mestruale sono per lo più iniziali, ad esempio:

È complicato svuotarla. Questo accade perché inizialmente può risultare difficile trovare la propria tecnica perfetta di rimozione della coppetta mestruale e di svuotamento senza rovesciarla ed evitando l’effetto inchiostro. Inoltre, quando si deve svuotare e risciacquare la coppetta nel bagno pubblico, questo può essere imbarazzante.
È complicato imparare ad inserirla. Alcune donne – specialmente se molto giovani e alle prese con i primi cicli mestruali - trovano troppo difficile e troppo lungo il processo per apprendere il modo di inserire correttamente la coppetta mestruale in vagina e questo può risultare sconfortante e far desistere dall’impresa”. Anche le donne che usano contraccettivi intrauterini (IUD, o spirale), possono avere qualche difficoltà di inserimento perché la coppetta mestruale potrebbe dislocare il dispositivo. In questi casi è bene consultarsi con il proprio/a ginecologo/a.
È complicato trovare la misura giusta. Tutte le donne possono usare la coppetta mestruale, ma a seconda della propria struttura anatomica può risultare un po’ più complesso trovare il modello e la misura giusti. Questo può accadere alle donne con utero retroverso o che abbiano problemi di fibromi uterini.
È complicata l’igienizzazione. La coppetta mestruale va sempre sterilizzata la prima volta che la si usa, e dopo l’uso, ovvero al termine di ogni ciclo. Si procede usando un pentolino (sempre lo stesso da usare solo per questa operazione), in cui si fa bollire dell’acqua e vi si immerge la coppetta per cinque minuti. Non è un’operazione lunga o complessa, ma per alcune donne può risultare noiosa o di difficile organizzazione.
Sai se la coppetta mestruale è giusta per te solo… provandola. Se non riscontri le complicazioni succitate, o non sono tali da rappresentare uno svantaggio, allora la coppetta mestruale fa per te. Altrimenti puoi sempre tornare ai normali assorbenti.

Scarica foglietto illustrativo